Le specifiche e i colori dei migliori cancelletti per bambini

Il mercato dei cancelletti per bambini è in crescita esponenziale perché ormai i neogenitori hanno capito che sono necessari per preservare il bebè da eventuali incidenti domestici. Ogni casa ha le sue insidie, dalle scale alle fonti di calore, pertanto è assolutamente indispensabile dotare per tempo gli ambienti domestici di barriere in grado di impedire al piccolo di oltrepassare le zone ‘rosse’ dove c’è un pericolo. Nella scelta del cancelletto giusto vanno valutati attentamente i materiali d cui è fatto, generalmente in alluminio o ferro ma anche plastica indurita. Questi ultimi sono più leggeri e trasportabili soprattutto se si opta per cancelletti mobili, da poter spostare da una stanza all’altra o anche fuori, se si hanno balconi o verande. Anche le forme sono fra le più svariate, i cancelletti reperibili sul mercato possono essere modulari, estensibili, a soffietto, componibili o lineari, per vederli e scegliere il modello giusto si può consultare il sito www.cancellettoperbambini.it .

Una volta montati assumeranno conformazioni diverse che possono essere, a seconda della necessità, verticali, orizzontali, quadrati e rettangolari o anche a cerchio o semicerchio in modo da formare una specie di recinto che ‘ingabbia’ il senso buono il piccolo gattonatore. Di fondamentale importanza è considerare il tipo di chiusura dei cancelletti, in quanto indice del livello di sicurezza. In genere, i cancelletti più diffusi sono dotati di ‘apertura-chiusura’ mediante un chiavistello, ma ci sono anche altre soluzioni a combinazione, l’importante è che questo dettaglio strutturale sia progettato in modo da consentire l’apertura e chiusura agli adulti e non al bambino. Più facile sarà effettuare l’operazione in entrambi i sensi, più gestibile e funzionale sarà il cancelletto, anche con una sola mano.

Ci sono modelli in cui la chiusura del cancelletto è a spinta, è un modo pratico e sicuro di impedire l’accesso al bebè. Ogni volta che si installa un cancelletto in casa si pone il problema di doverlo posizionare in aree della casa strategiche e visibili, il che potrebbe creare disturbo all’equilibrio degli arredi e del design. Per questo, pur trattandosi di elementi provvisori da rimuovere nel momento in cui il bimbo è cresciuto e ha appreso il senso del pericolo, possono passare degli anni ed è quindi consigliabile acquistare modelli gradevoli anche all’occhio che non alterino l’armonia della casa. In questo senso i produttori si orientano su tinte neutre, bianco, beige o scale di grigio che non impattano con i colori dell’arredo.